Alfredo Silvestri – Castelli di alta marea – poesie – Editrice Totem

Appunti di lettura

La raccolta è caratterizzata da un’originale po-tenza immaginifica e da un’immediatezza espressiva che, attraverso l’uso di un linguaggio materico, coraggioso e spietato, si arrocca in-torno al cuore pulsante di una vitalità indomi-ta, incarnando una fisionomia dell’anima pro-fondamente segnata.
D’altronde, la significazione anche sonora della poesia di Alfredo Silvestri si avvale di una ca-denza ellittica, di un’incurvatura frantumata del pensiero, immersa com’è in un itinerario psichico e linguistico di rara tensione e tessitu-ra.
Così, quando l’Autore arriva a cogliere nella fu-ga l’inevitabile e insaziabile significato della vi-ta, (svanire è la ventura delle venture, Montale) ci porta su tetti adolescenti insieme a violini seducenti.

Corriamo verso il lido
Eterno degli amanti
In volo sui tetti
Dorati ed adolescenti
Si ballerà al suono
Di violini seducenti

Evidente e gradevole abbiamo trovato l’influsso del nobel genovese sulla versificazione del poeta romano specie laddove il consapevole utilizzo di un decorso logico della narrazione sottilmente non ortodosso, di una minuzia ritmica anti me-lodica, rallenta su di sé la lettura e scolpisce ogni parola nel suo senso più proprio.
Altrove, trame analogiche di grande suggestione
suggeriscono una costante tensione del discorso poetico verso un principio di alterità che si concentra, è ben noto, sull’elemento femminile: una presenza ininterrotta che funziona quale vero e proprio complemento della voce lirica.

Poi è l’onda che traccia
Dei tuoi capelli il primo sorso
Del mio piacere ed ecco
Traspare la quiete del mare
Frulla la sopita pace
Sotto la marea degli scogli

Quindi, una poesia di ricerca, secca, musicale ed evocativa.
Sicuramente ci regala un’armonia nuova ed unica. E, ascoltandola, magicamente può por-tarci a ritrovare la nostra identità più nascosta e autentica.
Gianfranco Cotronei

    Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

    I commenti sono chiusi.